• Gianluca Lazzati

Finale gomito a gomito


18 dicembre 2018 al PalaBorsani di Castellanza per la nona giornata d'andata del campionato UISP over 45, i Forgiati ospitano la Nuova Virtus Palazzolo di Paderno Dugnano. Coach Cavalleri ed il suo assistant Dell'Acqua fanno scendere in campo come primo quintetto, quello composto da Daja, Piro, Regazzi, Rotondi e Testa. Avvio shock per i padroni di casa che nemmeno il tempo di imbastire il gioco e si ritrovano sotto 6 a 0, grazie al due su due dall'arco dei 6,75 messo a segno dagli ospiti. E' Piro a firmare per primo il referto forgiato con un canestro da 2. La Nuova Virtus sembra avere più grinta, si porta anche sul 9 a 2 prima che il gioco legnanese incominci a farsi più proficuo. Daja, Regazzi e Gallo con 2 punti ciascuno riportano in scia i Forgiati che decidono di abbandonare l'iniziale difesa a zona 2-3 per affidarsi ad una più aggressiva difesa ad uomo. Il team di Paderno cerca di aumentare il proprio divario ma Testa con un canestro da 2 ed un mortifero Ghidoni Fabio con altri 2 punti ed una coppia di liberi a segno, tengono in gara i legnanesi che alla fine del primo quarto perdono 14 a 19.

I secondi 10 minuti si aprono per i padroni di casa come alla fine del precedente quarto, ovvero con mattatore Ghidoni Fabio che prima fa un 2 su 2 dai liberi e poi mette anche un canestro all'interno del pitturato. Rotondi facendo a sportellate sotto canestro riesce a mettere a segno 2 punti ed a subire un fallo di frustrazione da parte del suo diretto avversario che viene punito dall'arbitro con un tecnico. Gli animi si incominciano a scaldare, ci vuole la cinica freddezza di Daja a spegnere gli ardori avversari con un 2 su 2 dai liberi che consente alla sua squadra di andare a -1 (22-23). I cestisti di Paderno non mollano e nonostante i 3 punti di Gallo (2 + 1 libero) riescono comunque a chiudere il quarto in vantaggio per 29 a 25.

Terzo quarto con i Forgiati che tornano a giocare a zona. Prima Daja con 2 punti e poi Testa, che riesce a mettere a segno la prima ed unica bomba forgiata del match (1 su 11 totali di squadra), riportano a -1 i padroni di casa sul 30 a 31; sostanziale equilibrio che persevera anche dopo i 2 punti di Ghidoni Pietro ed il libero di Daja. A 4'38" dalla fine del quarto è Rotondi con 2 punti a dare una scossa al match forgiato; i master di Legnano per la prima volta nella serata passano in vantaggio per 35 a 34. Daja continua ad essere una spina nel fianco della Nuova Virtus, mette un altro libero a referto, prima che Bove aggiunga altri 2 punti seguito a ruota da Piro che con il suo canestro da 2 fa chiudere il quarto ai Forgiati in svantaggio di una sola lunghezza (41 a 42). Apertura degli ultimi 10 minuti di gioco a favore del team di Paderno Dugnano; i padroni di casa sembrano essere imballati non riescono a far circolare velocemente la palla. E' Bove con la sua caparbietà a segnare un canestro appena fuori l'area pitturata, anticipando altri 2 punti di Testa ed un libero di capitan Cozzi che fa segnare sul tabellone elettronico il 46 pari. Solo dopo piu di 2' di gioco il punteggio si sblocca a favore della Nuova Virtus, ma Testa riequilibria il tutto con 2 punti. A 2'29" dal suono della sirena finale gli ospiti conducono 50 a 48. Le maglie difensive di entrambe le squadre si chiudono e si alzano sempre di più i gomiti, con colpi poco amichevoli. L'arbitro ha il suo bel da fare per calmare gli animi. E' il sempre cinico Daja con un 2 su 2 ai liberi a portare al pareggio sul 50 a 50 la propria squadra quando manca 1'32" al termine dell'incontro. La palla è ora in possesso degli ospiti che impostano il gioco nella metà campo avversaria, senza pero' fare i conti con "The sentinel" Stefano Testa che intuito un passaggio avversario, ruba la palla e si proietta come un fulmine a canestro mettendo a segno il 52 a 50 ad 1'05" dalla fine.

Chance di recupero per gli avversari con la coppia di liberi che si sono guadagnati, ma ne mettono a segno solamente uno. Sul capovolgimento di fronte è "The rebound king" Ermanno Gallo che strappa li suo terzo rimbalzo in attacco (+ 8 difensivi) e conclude segnando a canestro e subendo fallo. A 27" secondi dalla fine nonostante il suo errore dalla linea dei liberi il punteggio vede i bianco rossi in vantaggio per 54 a 51. La Nuova Virtus tenta il tutto per tutto ma non fa canestro, cerca di bloccare il contropiede legnanese facendo fallo sistematico su Testa che con il 2 su 2 ai liberi dà ulteriore ossigeno ai suoi che riescono a chiudere il match con l'ultimo libero del mai domo Daja, vincendo per 57 a 52.

Sesta vittoria su 9 incontri disputati, ma soprattutto terza di fila e prima volta vittoriosi contro la Nuova Virtus. Dopo la pausa natalizia, primo incontro del nuovo anno martedì 8 gennaio 2019 ad Ornago contro i Viking per l'ultima partita del girone d'andata, ricordando che il 15 gennaio si recupererà in casa il match rinviato la seconda giornata, contro il team BFM.

#Forgiati4Life





















0 views
  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube

©2019 by Forgiati Legnano Basket