La Storia dei Forgiati

Le Origini

Nel lontano ottobre 2007, alcuni genitori di bambini e ragazzi del Legnano Basket, per far sentire ancor di più la loro vicinanza e continuità nello sport ai loro figli, decisero di formare una squadra o meglio un “gruppo” senza nessuna velleità agonistica, ma solo per dimostrare che anche a una certa età ci si possa ancora divertire in palestra.

Una volta trovata una palestra nelle vicinanze (cosa non da poco!!!), il Presidente Fabrizio inviò la prima convocazione:

 

“Oggetto: Pallacanestro - giovedì 25 ottobre 2007 - ore 21.00 

 

Iniziamo a fare le cose sul serio,

chi può essere presente per giovedì 25 ottobre 2007 dalle ore 21.00 alle ore 23.00 c/o l’oratorio S.Giuseppe a Castellanza via S.Camillo, 6 ?

si prega di rispondere il prima possibile (in modo affermativo o meno) al fine di comunicare a Giordano il numero dei partecipanti.

Grazie Fabrizio “

 

Il nome provvisorio dato alla squadra fu: CO.SCO.BASKET (COMITATO SCOPPIATI del BASKET) e i presenti al primo allenamento furono:

 

Agnello Di Lieto, Alessandro Manini, Angelo Buganza, Angelo Lo Biondo, Fabrizio Persico, Giuseppe Giunta, Mirko Lattuada, Stefano Bettini, Biagio Russo

Il nome

In poco tempo, i partecipanti alla squadra iniziarono ad aumentare, si decise quindi di indire un referendum per scegliere il nome della squadra e di autotassarsi per avere una maglia che li identificasse.

 

Esito del referendum e nomi da scegliere:

 

1)       6 voti - I Forgiati dal Basket Legnano

2)       4 voti - Legnano Basket A.R.D.I. (A Rischio Di Infarto)

3)       2 voti - Basket Highlanders ….ne rimarrà solo uno

4)       0 voti - The Knees (parafrasando "The Knights" suggerisco, visti i noti problemi "strutturali" di molti dei componenti della squadra.)

 

Il nome per la squadra quindi è stato scelto a maggioranza : I FORGIATI DAL BASKET LEGNANO e il gruppo, grazie a Paola e Cristina, divenne un gruppo misto:

 

Agnello Di Lieto, Alessandro Manini, Angelo Buganza, Angelo Lo Biondo, Cristina Casiraghi, Luca Colombo, Ennio Croci, Fabrizio Persico, Giuseppe Giunta, Mirko Lattuada, Stefano Bettini, Russo Biagio, Tommaso Magagnini, Francesco Gusmini, Paola Caneva, Adriano Chiodini

 

I FORGIATI DAL BASKET LEGNANO iniziarono così ad avere richieste per giocare le prime amichevoli.

Il Logo Forgiato

Adriano Gardenghi aveva trovato un immagine della propaganda russa che illustrata un uomo in canottiera rossa con in braccio un bimbo.

Da lì nacque l'idea a Pietro Ghidoni mitico "Pit" del legame "diversamente giovani" / bimbi, trovando in un'immagine di una palla a spicchi con le mani di un adulto e un bambino, dove la cosa importante è  che intorno alla palla da basket non vi sono solo una mano adulta e una di un bimbo, c'è la mano di un adulto che PORGE la palla ad un bimbo.

Da qui nacque l'idea e la successiva elaborazione con l'aggiunta della scritta nell'evidentemente voluto carattere americano degli anni 70, FORgiati  FORlife..... Forgiati per la VITA , grazie anche ai "mezzi" dell'agenzia 21ADV di Marco Patano, legnanese Doc che ha contribuito con la parte grafica.

Le prime felpe Forgiate grigie con il logo sono state prodotte dal Legnano Basket e si chiese  un'offerta aggiuntiva a tutti i Forgiati, raccogliendo così circa 300 euro aggiuntivi, che furono versati come prima associazione, alla LIFC, lega italiana fibrosi cistica, malattia che ci porta via ragazzi adolescenti ogni anno e di cui non esiste cura fino ad ora.

Come segno di riconoscenza la LIFC fece recapitare ai Forgiati una lettera e un libro di Marzotto, testimonial della associazione, che fu donato al Legnano Basket.

 

Questo è stato l'inizio....il senso di quella scritta FORLIFE che ancora oggi ci accompagna e ci contraddistingue.  

#Forgiati4Life