• Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube

©2019 by Forgiati Legnano Basket

Regolamento Forgiato

 

Si parte con alcuni passi tratti dal libretto di Ettore Messina, Basket, Sperling & kupfer Editori, 1996, pag.93:

 

“….il minibasket è stato inventato nel 1950 da Jay Archer, un professore di lontane origini italiane. Il basket è uno sport, il minibasket invece è o dovrebbe essere un contributo alla cultura sportiva dei più piccoli avviandoli, con un gioco, alla pratica sportiva (non necessariamente il basket). ….diffidate di un istruttore di minibasket che insegue la vittoria a tutti i costi….al minibasket si può chiedere di essere quello che Emilio Tricerri (il vero padre della disciplina in Italia) aveva capito dovesse essere: cioè una educazione complementare, e non alternativa, a quella scolastica, una garanzia per le famiglie circa le frequentazioni dei figli. Tricerri istituì la figura del miniarbitro: vedendo dei coetanei nei panni del direttore di gara, i bambini riescono ad avere un dialogo con l’arbitro, lo vivono come un amico e come un amico deve essere considerato anche l’avversario (che il regolamento definisce “compagno di gioco”). Gioco, dunque, armonioso, collettivo e in questo formativo, anche perché pure il campione (o presunto tale) deve uscire dal campo per garantire a tutti i compagni della squadra di giocare e divertirsi per un numero sufficiente di minuti. ….” 

e si arriva alla “carta dei diritti dei bambini nello sport”  che Messina applica naturalmente anche al minibasket:

  • diritto di divertirsi e di giocare come un bambino 

  • diritto di fare dello sport

  • diritto di beneficiare di un ambiente sano

  • diritto di essere trattato con dignità

  • diritto di essere istruito e circondato da persone qualificate

  • diritto di seguire allenamenti adatti ai propri ritmi

  • diritto di misurarsi con ragazzi che abbiano le stesse probabilità di successo

  • diritto di partecipare a gare adeguate

  • diritto di praticare il proprio sport nella massima sicurezza

  • diritto di avere tempi di riposo

  • diritto di non essere un campione   

 

non male eh?….questi sono i diritti che abbiamo anche in quanto “Forgiati” ma noi abbiamo bisogno pure di valori, di principi che ogni “Forgiato” deve rispettare….e qui abbiamo trovato un’altra fonte preziosa nel Regolamento del Piede d’oro (le corse della domenica mattina in provincia di Varese):

 

  • CORRETTEZZA: qualunque sia il ruolo che svolgo nello sport, anche quello di spettatore, mi impegno a fare di ogni incontro sportivo, indipendentemente dalla posta e dalla virilità della competizione, un momento privilegiato, una specie di festa; e mi impegno anche a conformarmi alle regole e allo spirito dello sport praticato;

  • LEALTA’: rispettare i miei avversari come me stesso;

  • GIUSTIZIA: accettare le decisioni dei giudici sportivi sapendo che, come me, hanno diritto all’errore, ma fanno tutto il possibile per non commetterlo;

  • DOCILITA’: evitare le cattiverie e le aggressioni nei miei atti, nelle mie parole o negli scritti;

  • ONESTA’: non usare artifici o inganni per ottenere il successo;

  • MODESTIA: rimanere degno nella vittoria così come nella sconfitta;

  • FRATERNITA’: aiutare chiunque con la mia presenza, la mia esperienza e la mia comprensione;

  • SOLIDARIETA’: portare aiuto ad ogni sportivo ferito o la cui vita sia in pericolo;

  • FEDELTA’: essere un vero ambasciatore dello sport, aiutando a far rispettare intorno a me i principi suddetti.

In più per i Forgiati più atletici e agonisti, ma anche non:

  • quando giochi le partite o fai allenamento, ricordati della tua età, non solo quando torni in difesa, quindi comportati di conseguenza

  • in allenamento guarda anche in panchina ogni tanto, se c’è un altro Forgiato che non è ancora  entrato, forse è l’ora di farlo entrare tanto ormai sei arrivato al massimo della tua carriera quindi non puoi più migliorarti

  • se devi venire in palestra a sfogare la rabbia della tua giornata lavorativa, stai a casa, i Forgiati si divertono e basta

  • se hai preso un impegno, ricordati che altri Forgiati sono in palestra che ti aspettano e senza di te potrebbero saltare l’allenamento

  • ricordati che far parte dei Forgiati, non vuol dire far parte di una squadra, ma di un gruppo, nato 10 anni fa dove trovi ex giocatori, appassionati di basket e persone che non hanno mai giocato a basket, ma si ritrovano in palestra a sudare e soprattutto a divertirsi 

 

Chi non rispetta i “valori forgiati” per la prima volta viene sanzionato con l’obbligo di portare pane vino salumi e formaggi all’allenamento successivo. 

Se non li rispetta una seconda volta, viene espulso.... 

Forgiati4Life